sabato 27 aprile 2013

Erotomania




Forse non dovrei sottolineare la cosa, ma c'è il rischio che prima o poi lo faccia qualcun altro, quindi anticipo io: casualmente il brano suonato da mio fratello in questo video è lo stesso di un altro suo video di qualche anno fa. Solo coincidenze? In quell'occasione si trattava di una versione molto più casalinga e tirata via (diciamo così) in cui Carlo suonava una sola traccia di chitarra in presa diretta su una base che includeva anche altre chitarre di Petrucci. In quest'ultima versione la base registrata contiene solo batteria, basso e tastiere, mentre tutti i passaggi di chitarra sono stati suonati da lui medesimo uno per uno e poi rimontati con cura certosina, come il video stesso testimonia in alcuni eleganti passaggi. E comunque sì: muove davvero le dita in quel modo assurdo.   

Questo video è il contributo ad un progetto più ampio, uno split screen con altri giovani musicisti in altre città d'Italia, un video diviso in più finestre, in cui ciascuno suona il suo strumento da casa propria. La base registrata sarà quindi sostituita dalle tracce audio fornite dagli altri membri. E quando quel filmato vedrà la luce ve ne darò notizia. Nel frattempo, vi sia gradito cliccare a ripetizione mettendo il volume al massimo.

Nessun commento:

Posta un commento